Gruppo Ministranti della Chiesa - Parrocchia Anime Sante Maria Immacolata Bagheria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gruppo Ministranti della Chiesa

I Gruppi



                           CHI SIAMO


Il gruppo ministranti è il gruppo parrocchiale più numeroso e forse più vario nei suoi componenti, è infatti un gruppo costituito da fanciulli, adolescenti, giovani ed adulti (l'età varia dai 6 anni fino oltre i trent'anni). L'entrare a far parte del gruppo non richiede nessun requisito, solo una buona dose di entusiasmo e tanta voglia di fare.
Le porte del gruppo sono sempre aperte a tutti senza distinzione di classe sociale, livello culturale o condizione economica e sesso.
Proprio per la diversa età, il gruppo, è stato suddiviso in due sottogruppi i quali si incontra per la loro formazione in momenti diversi; nonostante ciò si riuniscono una volta al mese in un incontro comunitario, perché la "diversità" è per noi ministranti fonte di arricchimento. Il confronto tra ragazzi di età diverse, con modi di pensare e di vivere differenti è, infatti, particolarmente costruttivo per la crescita personale di ciascuno.
È inoltre molto bello vedere i giovani ministranti cresciuti all'interno del gruppo occuparsi dei più piccoli e i bambini vedere nei ragazzi più grandi un punto di riferimento. L'obiettivo è proprio quello di dare un'impronta familiare al nostro gruppo: una famiglia composta da più di 60 persone che una volta a settimana si riuniscono, divise ovviamente per fasce di età, guidati in ogni sottogruppo da uno o più responsabili; il sottogruppo dei "ragazzi" (6-11 anni) si riuniscono la domenica mentre il sottogruppo dei "giovani" (12 in su) il giovedì. I bambini/ragazzi fanno un corso di preparazione per il servizio all'altare di base e imparano tutto ciò che è necessario per la liturgia; senza però mai perdere l'obiettivo di imparare a far gruppo, a stare insieme, a socializzare sempre nel rispetto delle regole. I giovani, invece, ogni giovedì affrontano delle tematiche importanti, anche richieste da loro stessi, in quanto argomenti che non si affrontano mai o solo in maniera superficiale sia in famiglia che a scuola. Gli argomenti affrontati spaziano dalla politica al sesso, dallo studio della sacra scrittura agli interrogativi che un adolescente può avere durante il suo cammino di fede. Durante gli incontri si discute apertamente, ognuno ha il diritto di esprimere il proprio pensiero sempre nel rispetto delle idee altrui. Il responsabile guida la conversazione cercando di dare un taglio cristiano alla discussione.
Non mancano ovviamente le giornate comunitarie dove tutti i componenti del gruppo si ritrovano insieme. È così per l'apertura dell'anno, ed inoltre sono previsti tombolata e tornei nel periodo natalizio, la giornata del ministrante la prima domenica di maggio dedicata al nostro modello ideale San Domenico Savio e in estate il campo-scuola.
Il servizio all'altare è, ovviamente, la peculiarità del ministrante, ma la nostra prerogativa è che tale servizio non finisca all'altare ma continui nel sociale. Elaborare, pensare, ideare, creare, inventare, proporre sempre qualcosa di nuovo o di diverso che torni ovviamente a vantaggio o giovi al gruppo.
Per noi infatti essere ministrante non è un passatempo, non è un'attività come tante altre, ma è un modo di essere, che ci prende, ci colma, e da cui, indipendentemente dall'età è impossibile scindersi.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu